PASSO DEI MELONI

Strigara

Passo dei Meloni: calanchi e mare

Questo è uno di quei luoghi dove abbiamo lasciato un pezzo di cuore. E siamo certi che quel pezzetto ogni giorno si sveglia con un'alba bellissima e di sera si riaddormenta al tramonto, cullato dalle nonne montagne che sussurrano al vento la loro ninna nanna. 

Ciò che si vede appena si arriva in cima, all'inizio del sentiero battuto, è una striscia bianca di ghiaia che corre sinuosa lungo la cresca di un calanco che si colora d'oro ogni volta che l'erba secca brilla al sole. 

Da una parte il mare, laggiù, silenzioso e immobile, che taglia l'orizzonte e contrasta con il cielo azzurro. Dall'altra, in tutta la loro maestosità, i calanchi, rughe di mani sagge che allargano le loro dita accarezzando le morbide colline. Subito dietro, l'Appennino che si alza e impera.  

Sul bordo del sentiero, guardando verso il basso, si avverte il respiro del Passo dei Calanchi: il vento si incanala lungo il profondo dislivello creato dalle crepe della roccia, corre lungo i profili netti disegnati dal ciglio di ogni calanco, scuote gli arbusti, fa ballare i fili d'erba e stuzzica i sassolini che rotolano giù fino a valle. 

Il Passo dei Meloni, conosciuto anche come "Sentiero delle Farfalle" (spesso il cielo è macchiato dai loro minuscoli colori sgargianti), arriva fino a Strigara, un piccolo borgo con una chiesetta che si affaccia su un panorama mozzafiato, passando dal bosco e dalla sorgente del Fiume Rubicone

maifermi-passodeimeloni-nonsolofiumi-homepage-romagna (1).jpeg

COME ARRIVARE

Provenendo da Savignano sul Rubicone, si sale passando dalla località Felloniche in direzione Sogliano sul Rubicone, deviando per arrivare alla Sorgente dell'Urgone, dove si può parcheggiare QUI.

 

Prima di salire al Passo dei Meloni, consigliamo di fermarsi a vedere la sorgente dell'Urgone che ha formato un piccolo laghetto, circondato da un canneto proprio dietro al grande albero accanto ai tavolini, perfetti per un picnic.

Sulla stradina ghiaiosa, guardando verso monte, si vede un cartello di legno. Il sentiero inizia da lì: guardando il cartello, sulla sinistra c'è una stradina di terra che sale fino in cima alla collina. Inizialmente il sentiero è ripido ma alzandosi velocemente si iniziano a vedere i primi calanchi, veramente bellissimi. Continuate fino ad arrivare alla cresta, dove davanti a voi vedrete una stradina di ghiaia che disegna una linea curva fino a perdersi nel bosco: quello è il Passo dei Meloni

Continuando il sentiero si arriva, in circa una 30 di minuti alla Sorgente del Rubicone. Poi si può scegliere di salire al piccolo borgo di Strigara (salite le scalinate di legno e arrivati alla strada prendere la destra), oppure tornare indietro alla macchina dal sentiero da cui siete venuti. 

CONSIGLI UTILI
Il Passo dei Meloni è ideale per godersi un tramonto incantevole, che regala luci e ombre magiche ai calanchi. Chi è più mattiniero può andarci anche per l'alba: non ve ne pentirete, è meravigliosa da lì. 

È frequentato spesso da escursionisti e da tantissimi ciclisti, quindi se avete la mountain bike (e siete anche un pochino spericolati) è il vostro posto!

Scarponcini da trekking indispensabili per chi vuole partire da qui e scegliere uno dei tanti sentieri escursionistici che arrivano fino a Strigara o anche a Sogliano sul Rubicone.

E ricordatevi di portare a casa con voi i rifiuti! La regola è semplice: lasciamo sempre il posto ancor più bello di come l'abbiamo trovato (chi ama la Natura la protegge e spesso è proprio chi la frequenta che la tiene pulita!).

Ah, occhio che il cellulare non prende sempre, quindi per sicurezza lasciate sempre detto dove andate!

VICINO AL PASSO DEI MELONI

maifermi-sorgenterubicone-nonsolofiumi-romagna.jpg

Sorgente del Rubicone

Ristorante trattoria molto rustico e con un'ottima cucina: la grigliata è speciale, ma anche i primi tipici della zona - come i tortelli ripieni di ricotta - non sono da meno. Prezzi contenuti, servizio ottimo.

maifermi-ristoranteilpassatore-nonsolofiumi-romagna.jpg

Ristorante Il Passatore

Ristorante tipico romagnolo, meta di ciclisti e appassionati di trekking. La tagliata di carne e le tagliatelle al ragù sono spettacolari, il tutto condito con sorrisi e gentilezza. Uno di quei posticini deliziosi, che ti fanno sentire come a casa.

maifermi-agriturismorivaalta-nonsolofiumi-romagna.jpg

Agriturismo Riva Alta

Ristorante tradizionale, dove gustare i piatti tipici che offre la Romagna. Gentilezza, accoglienza e cortesia, accompagnate da un ottimo cibo, da gustare con il sorriso, da soli o in compagnia.