MARNE DI VERGHERETO

Montecoronaro • Verghereto (FC)

Marne di Verghereto: quando la roccia grigia bacia il cielo

Se per un giorno vuoi viaggiare e sentirti su un altro pianeta, le Marne di Verghereto sono la giusta meta. È un luogo unico, incredibilmente bello, dove la Natura ha dato il meglio di sé, dimostrandoci ancora una volta di quanta bellezza sia capace.

Il vento sgretola ciò che sembra immobile e disegna solchi profondi: dall'alto assomigliano a radici vive che sprofondano nelle chiome degli alberi, intrecciandosi a loro. Tutt'intorno le montagne riposano, l'Appennino si allunga a vista d'occhio e il cielo, che ci sia il sole o che ci siano le nuvole, macchia di ombre queste formazioni rocciose spettacolari, che tolgono in fiato.

Se non soffri di vertigini e ti va di metterti seduto sul ciglio di un calanco, sbattendo i piedi puoi sentire il rumore del mare. È bellissimo e magico: se chiudi gli occhi i sassolini grigi che rotolano giù lungo i profondi solchi diventano onde e tu ti senti cullato, lì, sul precipizio di una cresta che si trasforma in fiordo, anche solo per un attimo. 

Le elevate pendenze delle crepe nella roccia increspano questo oceano di massi: qui ti è chiaro che anche i sassi hanno una vita, una vita paziente, saggia e lunghissima.

Chissà cosa ci racconterebbero le Marne di Verghereto se potessero parlare... Una cosa è certa: stare ore e ore ad ammirarle è stupendo, immersi in quell'abbraccio che solo le braccia dei monti conoscono, e siamo certi che ascoltarle non sarebbe da meno. 

COME ARRIVARE

Provenendo dall'E45 esci a Verghereto/Alfero/Riofreddo. All'uscita svolta a destra sulla SP137 e dopo il Valico di Montecoronaro prendi la Via Savio sulla sinistra. Poco dopo trovi il paesino di Montecoronaro e continuando su Via Savio raggiungi l'area dove parcheggiare sulla destra QUI

Dal parcheggio parte subito la stradina ghiaiosa che conduce alle Marne di Verghereto (ci sono due cartelli che indicano Monte Coronaro e Madonnina del Crestone). Segui il sentiero fino a vedere le prime formazioni rocciose (sembrano colline di sassolini scuri).

Puoi continuare lungo il sentiero e trovare un punto da cui ammirare il paesaggio oppure – facendo attenzione – puoi salire subito in cima ad una Marna e respirare la maestosità di questo luogo incantevole.

Il sentiero continua fino alla Madonnina del Crestone e si può percorrere ad anello attraversando le tante meraviglie della natura, tra cui boschi, pascoli e calanchi, toccando le Sorgenti del Savio e la cima di Monte Castelvecchio.

CONSIGLI UTILI
Le Marne di Verghereto sono magnifiche in ogni momento della giornata (e in tutte le stagioni) ma il tramonto è l'ora che preferiamo: tutto si colora e contrasta con il grigio scuro delle rocce. È davvero una magia

È frequentato spesso da escursionisti vista la sua vicinanza ai tanti itinerari che si snodano nel comprensorio del Monte FumaioloScarponcini da trekking indispensabili (e anche tanta acqua soprattutto nelle giornate più afose). 

E ricordatevi di portare a casa con voi i rifiuti! La regola è semplice: lasciamo sempre il posto ancor più bello di come l'abbiamo trovato (chi ama la Natura la protegge e spesso è proprio chi la frequenta che la tiene pulita!).

Ah, occhio che il cellulare non prende sempre, quindi per sicurezza lasciate sempre detto dove andate!

VICINO ALLE MARNE DI VERGHERETO

maifermi-fiumiromagnoli-mappa-cascataalferello5.jpg

Cascata dell'Alferello

La Cascata dell’Alferello è uno dei più belli e affascinanti salti naturali di Romagna, gioiello incastonato nella Valle del Savio. È alta circa 30 metri e sotto di sé ha creato una pozza larga e non tanto profonda, dove ci si può immergere o farsi una bella “doccia” massaggiati dall'acqua che scende. 

fiumi-romagnoli-maifermi-campingaltosavio.jpg

Camping Alto Savio

Il Camping Alto Savio di Bagno di Romagna è completamente immerso nel verde e si estende su una superficie di oltre 13000 m². È attrezzato e offre piazzole per tende, camper e roulotte, bungalow in legno, tende sospese e tende in legno. Inoltre dispone di bar, minimarket, area ristoro per pranzo e cena, parcheggio e organizza escursioni e tante altre attività, per grandi e piccini. 

maifermi-fiumiromagnoli-mappa-cascatapereto1.jpg

Cascata di Pereto

La Cascata di Pereto, alta una decina di metri, è davvero molto suggestiva: s'infrange saltellando giù dalle pietre chiare in una piscina naturale poco profonda per poi allargarsi su una spiaggetta di ciottoli. Qui è la montagna a farla da padrona: le pareti rocciose si alzano fino al cielo, frastagliate e in costante erosione, abbracciando dall'alto il fiume per quasi tutto il suo corso.

fiumi-romagnoli-maifermi-agriturismo-incisa-cascaalferello.jpg

Agriturismo Incisa

L'Agriturismo Incisa offre camere arredate in stile rustico e confortevoli. È presente una piscina e delle vasche idromassaggio esterne riscaldate. Il ristorante propone cucina tipica romagnola con materie prime biologiche di produzione aziendale. Si organizzano escursioni a cavallo e passeggiate panoramiche. 

fiumi-romagnoli-maifermi-fattoriaautosufficienza.jpeg

La Fattoria dell'Autosufficienza

Agriturismo e centro di ecologia applicata situato nell’Appennino Romagnolo, ai confini del Parco delle Foreste Casentinesi, un luogo meraviglioso, con un panorama mozzafiato e una natura in parte incontaminata. L’edificio è stato costruito con materiali naturali (roccia, calce, terra, canapa, legno), gli arredi e il pavimento sono in legno e trattati solo con oli naturali e vernici ecologiche, i saponi e detersivi sono eco-compatibili e naturalmente tutto ciò che offre la cucina è biologico, a km0 e prevalentemente vegetale e integrale.

fiumi-romagnoli-maifermi-lagopontini-cascaalferello.jpg

Lago Pontini

Offre ai propri clienti la possibilità di assaporare i gustosi piatti della tradizione romagnola proposti anche seguendo le stagioni dei prodotti tipici locali. La struttura è dotata di tre mini appartamenti che si affacciano direttamente sul lago.