CASCATA DI CIVORIO

• Civorio • 

Civorio e la sua cascata magica

La Cascata di Civorio è un must in Romagna!

La pozza d’acqua creata dal Torrente Borello, che si getta da una spettacolare cascata alta circa una decina di metri, è completamente circondata dalla natura. E poi ci sono i canti del bosco, le zone d’ombra tra le fronde degli alberi dove stendersi e rilassarsi, il sole che scalda la riva sassosa dove prendere il sole dopo un bagno rigenerante e quella sensazione di pace tutt’intorno scandita dal rumore dell’acqua che scorre paziente, facendo fluire anche i pensieri.

 

La Cascata di Civorio è molto conosciuta e quindi d’estate anche molto frequentata. Ma basta avventurarsi nei giorni feriali, oppure arrivare al tramonto – o di primissima mattina – per godersi in solitudine questa meraviglia incastonata tra le verdi colline romagnole.

La cascata si getta in una pozza non tanto grande ma abbastanza profonda dove nuotare e distendersi. L’acqua, che sceglie di quale colore vestirsi in base a come il sole la bacia, va dall’azzurro chiaro al verde marino, ed è sempre fresca.

D’obbligo – se non avete il pranzo al sacco – è una visita al Ristorante Civorio, vicinissimo al parcheggio, dove si mangia da dio: sembra di essere a casa della nonna, semplice e accogliente, e il menù rispecchia la tradizione romagnola di queste zone per filo e per segno. La gentilezza è garantita e si mangiano delle tagliatelle ai porcini che “tuonano”!

COME ARRIVARE

Dall’E45 si esce a Borello e si continua sulla SP29 verso Ranchio - Linaro fino ad arrivare a Civorio dove si può parcheggiare QUI.

 

La cascata è molto semplice da raggiungere grazie ai cartelli ben segnalati e al sentiero sterrato che conduce dritto al fiume in una decina di minuti (al bivio, andando giù a sinistra si arriva alla pozza, andando a destra si arriva invece sul ciglio della cascata per ammirare la “spiaggetta” dall’alto).

 

CONSIGLI UTILI
Anche se il percorso per raggiungere il fiume è abbastanza semplice, sempre meglio indossare scarpe da trekking o sneakers piuttosto che le infradito.

Prima arrivate meglio è: essendo una meta molto conosciuta è anche molto affollata, soprattutto durante i giorni festivi. 


Con un bel pranzo al sacco potete godervi tutta la giornata sulla riva del fiume. E ricordatevi di portare a casa con voi i rifiuti!

 

La regola è semplice: lasciamo sempre il posto ancor più bello di come l'abbiamo trovato (chi ama il fiume lo protegge e spesso è proprio chi lo frequenta che lo tiene pulito!).

Ah, occhio che il cellulare non prende, già dall'inizio del sentiero, quindi per sicurezza lasciate sempre detto dove andate!

VICINO ALLA CASCATA DI CIVORIO

fiumi-romagnoli-maifermi-ristorantecivor

Ristorante Bar Pizzeria Civorio

È la cucina romagnola a farla da padrona, con prodotti freschi di stagione e tipici del luogo ma per chi preferisce, c'è anche la pizza. Locale molto semplice e rustico, con un ottimo rapporto qualità prezzo. 

fiumi-romagnoli-maifermi-fattoriaautosufficienza.jpeg

La Fattoria dell'Autosufficienza

Agriturismo e centro di ecologia applicata situato nell’Appennino Romagnolo, ai confini del Parco delle Foreste Casentinesi, un luogo meraviglioso, con un panorama mozzafiato e una natura in parte incontaminata. L’edificio è stato costruito con materiali naturali (roccia, calce, terra, canapa, legno), gli arredi e il pavimento sono in legno e trattati solo con oli naturali e vernici ecologiche, i saponi e detersivi sono eco-compatibili e naturalmente tutto ciò che offre la cucina è biologico, a km0 e prevalentemente vegetale e integrale.

fiumi-romagnoli-maifermi-campingaltosavio.jpg

Camping Alto Savio

Il Camping Alto Savio di Bagno di Romagna è completamente immerso nel verde e si estende su una superficie di oltre 13000 m². È attrezzato e offre piazzole per tende, camper e roulotte, bungalow in legno, tende sospese e tende in legno. Inoltre dispone di bar, minimarket, area ristoro per pranzo e cena, parcheggio e organizza escursioni e tante altre attività, per grandi e piccini.