GROTTA URLANTE

Premilcuore • Località Giumella

Premilcuore e la sua grotta che urla 

A Premilcuore la roccia prende vita e si snoda, modellata dall’acqua del fiume Rabbi, in una delle cascate che rende fiera la Romagna: la Grotta Urlante, un luogo magico, un vero e proprio gioiello naturale, dove tuffarsi, refrigerarsi, rilassarsi e passare una bellissima giornata.

Questo angolo di mondo è un paradiso dove il tempo è scandito dal rumore dell’acqua cristallina color smeraldo: la cascata – che si getta in una cavità semi aperta di roccia verso un gorgo profondo e scuro – “grida” impetuosa tra le rupi e rende questo posto veramente suggestivo.

 

Anche il ponte romano a schiena d’asino, costruito in pietra più di 400 anni fa, che taglia il cielo sopra alla grotta, è davvero affascinante e, accanto a lui, i resti dell’antica gualchiera, dove si lavoravano anticamente i panni di lana e venivano lasciati ad asciugare, completa il paesaggio quasi fiabesco. 

Ci sono tre vasche naturali dove poter nuotare: la prima è quella della grotta, molto profonda in cui è possibile tuffarsi, poi ce n’è una più piccolina circolare e subito dopo la terza pozza, molto grande, diventa quasi un laghetto limpido e fresco, adatto anche ai più piccoli

Non siamo gli unici a dire che questa insenatura creata dal fiume Rabbi sia una meraviglia per gli occhi: la Grotta Urlante è stata inserita dal prestigioso quotidiano inglese Financial Times nella lista dei luoghi selvaggi più belli dove fare il bagno in Italia.

Attorno al fiume sono tanti i sentieri che è possibile percorrere a piedi, insieme ai nostri amici a 4 zampe o a cavallo (l’agriturismo Ridolla a Premilcuore, che dista dalla grotta circa 2 km, offre questa fantastica possibilità).

 

Se vi va invece di camminare con i piedi nell’acqua, discendete il fiume, seguendo la direzione dell’acqua, e in circa mezz’ora arriverete anche ad un’altra meta molto rinomata, la Cascata della Sega, altrettanto suggestiva e spettacolare.

COME ARRIVARE

Arrivati a Premilcuore, continuate dritto sulla strada principale, la SP3 (ex SS 9 ter) in direzione Firenze, fino a raggiungere il cartello della frazione Giumella. Dopo pochi metri, sulla sinistra c’è un grande spiazzo dove parcheggiare (QUI).

Scendete verso il fiume, in direzione del ponte di pietra ma, anziché raggiungerlo, prendete il sentiero sulla sinistra: in pochi minuti sarete alle pozze e potrete ammirare da vicino la Grotta Urlante. 

 

 

CONSIGLI UTILI
Anche se il percorso per raggiungere il fiume è abbastanza semplice, sempre meglio indossare scarpe da trekking o sneakers piuttosto che le infradito.

Prima arrivate meglio è: essendo una meta molto conosciuta è anche molto affollata, soprattutto durante i giorni festivi. 


Con un bel pranzo al sacco potete godervi tutta la giornata sulla riva del fiume. E ricordatevi di portare a casa con voi i rifiuti! La regola è semplice: lasciamo sempre il posto ancor più bello di come l'abbiamo trovato (chi ama il fiume lo protegge e spesso è proprio chi lo frequenta che lo tiene pulito!).

Ah, occhio che il cellulare non prende, già dall'inizio del sentiero, quindi per sicurezza lasciate sempre detto dove andate!

VICINO ALLA GROTTA URLANTE

maifermi-fiumi-romagna-cascatadellasega1.jpg

Cascata della Sega

La Cascata della Sega è una delle piscine naturali più belle di Romagna, dove tuffarsi e nuotare riscaldati dal sole e coccolati dal gorgoglio dell’acqua. Adatta anche per i più piccoli, è perfetta per una giornata in mezzo alla natura all'insegna del relax.

fiumiromagnoli-maifermi-agriturismoridol

Agriturismo Ridolla

La cucina offre una ricca scelta di piatti della tradizione culinaria tosco-romagnola. L'agriturismo dispone di un piccolo orto biologico con verdure e ortaggi ed è possibile acquistare prodotti tipici come funghi, tartufi, noci, castagne, salumi, liquori e marmellate. Sono presenti anche diverse soluzioni di alloggio e camping e c'è la possibilità di prenotare percorsi a cavallo nel parco delle Foreste Casentinesi.

fiumi-romagnoli-maifermi-premilcuorecent

Centro storico di Premilcuore

Il borgo di Premilcuore, sovrastato dalla Rocca e dalla Torre dell'Orologio (che spicca nella centrale piazza dei Caduti), ha origini medievali ed è molto bello da visitare. Sede del Museo della Fauna del Crinale Romagnolo, è meta di turisti che amano la quiete degli antichi boschi: da questo borghetto partono diversi sentieri che si snodano nel Parco delle Foreste Casentinesi.

fiumi-romagnoli-maifermi-giardinobotanic

Giardino botanico di Valbonella

Il Giardino della flora della Romagna, un vero e proprio museo all’aria aperta che ospita interessanti ricostruzioni dei principali ambienti vegetali dell’Appennino romagnolo, con una ricca collezione di specie (circa 300). Il giardino è visitabile attraverso una rete di sentieri.

fiumiromagnoli-maifermi-mulinofiumicello

Mulino di Fiumicello

Il Mulino Mengozzi si trova a Fiumicello, piccola frazione poco distante da Premilcuore. Restaurato dalla famiglia Mengozzi negli anni ’90, ancora oggi offre visite guidate per scoprire come veniva macinata la farina fino a pochi decenni fa. Un luogo magico, che racconta passione e tradizione, immerso nel bosco e vicino a numerosi sentieri adatti anche ai più piccoli.